Zombie walk Venezia 11-02-17 – intervista

Come da tradizione ormai consolidata e attiva da tre anni, anche quest’anno il Carnevale di Venezia aprirà la sua kermesse, con un evento di tutto rispetto per gli amanti dell’horror, ovvero la ZOMBIE WALK; la famosa camminata mascherata in cui lo stereotipo dello zombie è di rigore, in tutte le sue forme e rappresentazioni. Una manifestazione artistica d’avanguardia, in cui lo spettacolo è il pubblico partecipante, che siano zombie o sopravvissuti, con le loro performance per le calli di Venezia.

 

 

L’Associazione N.E.X.T., capitanata da Daniele Cellini e Alex Torchia presenteranno la IV edizione, che si svolgerà l’11 febbraio, con un programma ricco di eventi ed una rosa di ospiti speciali; professionisti con competenze cinematografiche, make-up, effetti speciali, costumi e tattoo, presiederanno la giuria e saranno i portavoce dei premi messi in palio per le varie categorie.

Due gli eventi principali che caratterizzeranno la manifestazione: il Concorso di trucco dei maestri di effetti speciali italiani e stranieri, che si svolgerà dalle 10.00 alle 14.00, nella Sala San Leonardo dell’omonima Chiesa sconsacrata, in cui si vedranno all’opera truccatori professionisti alle prese con make-up e special effects e la ZOMBIE WALK, che partirà alle 15.00 dal Campo San Leonardo, percorrerà la Strada Nuova fino ad arrivare in Campo Santi Apostoli per poi ritornare in Campo San Leonardo. Anche quest’anno, da accordi presi, non saranno presenti i cacciatori bensì ci saranno “i sopravvissuti”, che coinvolgeranno gli zombie in una battaglia per la sopravvivenza.

Sponsor ufficiali dell’evento sono la Fox, canale d’intrattenimento dedicato alle grandi serie televisive, la KRYOLAN, casa di produzione e distribuzione di cosmetici professionali e 9MM, l’azienda produttrice di Energy drink.

Daniele Cellini si è prestato a un’intervista, facendoci conoscere tutte le novità presenti nell’edizione 2017.

 

 

Daniele:

Ciao Michela.

 

Michela:

Ciao Daniele e benvenuto!

 

Daniele:

Grazie.

 

Michela:

È partito il countdown ormai da giorni, e sia l’ansia che l’adrenalina si fanno sentire.

È tutto pronto?

 

Daniele:

Tutto pronto! Ormai non manca più nulla, qualche dettaglio qua e là ma il grosso ormai è pronto…. eh sì, l’adrenalina sale, e un po’ d’ansia tra i collaboratori c’è: quest’anno ci siamo impegnati in collaborazioni un po’ più articolate, diciamo, e un qualche timore c’è sempre.

 

Michela:

Ho visto il video promo lanciato su internet, new entry di quest’anno?

 

Daniele:

Il promo SPOT, la New Entry, come si è visto è uscito giovedì 2 febbraio, distribuito da FOX , uno dei nostri partner della Zombie Walk. Personalmente sono molto soddisfatto di come è stato sviluppato e realizzato. Spero piaccia al pubblico e che si diverta a guardarlo, come noi ci siano divertiti un mondo a realizzarlo.  L’utilizzo dello spot in generale sarà uno dei nostri veicoli più frequenti, vista l’efficacia, testata in passato. Non sarà l’unica novità video di quest’anno, perché uscirà anche un secondo spot con Sir Oliver Skardy, cantante e ormai “bandiera” veneziana, che inviterà il pubblico a partecipare alla Zombie Walk per una sorpresa durante la marcia.

 

Michela:

L’ Associazione N.E.X.T. , di cui sei presidente, è ben avviata e con progetti a lungo termine. Non solo nel campo delle walk ma anche riguardo a cinema, eventi cosplay, mostre d’arte e negli effetti speciali.

Non vi fermate mai!

 

Daniele:

Sì, ci sono parecchi progetti in piedi, proprio come Associazione siamo in molti e divisi per competenze; la stessa Associazione è divisa in settori: settore cosplay, gestito da un gruppo di lavoro N.EX.T. COSPLAY, settore eventi live and music interamente gestiti dal Vice Presidente Alex Torchia, settore arti visive con iniziative come MESTRE IN ARTE e CLOWN GALLERY, che si occupano di mostre d’arte. Il reparto AIVES, per i workshop e i corsi della scuola di effetti speciali e ultimo settore neo nato STUDIOS, con la collaborazione di Veneta Video, con la quale porteremo avanti il reparto spot e produzioni video.  Senza dimenticare la Zombie Walk, che è un progetto che durerà 10 edizioni .

 

Michela:

Si prospettano ancora 7 anni di un evento, che migliora di anno in anno e che quest’anno prevede grandi novità, a partire da una giuria molto pittoresca.

 

Daniele:

Assolutamente sì, da questa quarta edizione abbiamo deciso di infoltire la giuria !! Oltre che ai Maestri Manuèl Beccaro, Cristian Bertocco e Matteo Biasiolo, nonché la costumista Barbara Tagliapietra, attivi collaboratori dell’Associazione N.E.X.T, abbiamo voluto componenti esterni per poter dare più imparzialità possibile. Ci saranno il fotografo Roberto Donadello, esperto in foto ed ambienti cosplay, e Akira Nekomata, cosplayer e presentatrice di eventi cosplay; il loro inserimento ci permette di avere professionisti del settore e anche di cominciare a unire e fondere le realtà zombie e cosplay, che attualmente sono divise e ben distinte. Personalmente credo che l’unione in questo caso faccia la forza. In giuria avremo anche un rappresentante della Zombie Italian Run e uno della Saldapress, che ci aiuteranno a scegliere i figuranti, oltre che a consegnare il loro premio personale… ebbene sì, questa è una notizia in anteprima e la pubblicheremo sul sito entro un paio di giorni.

 

Michela:

E consegnare i premi in palio ci saranno dei nomi affermati?

 

Daniele:

Quest’anno no. Non ti nascondo, che l’incontro avuto con Dario Argento alla Mostra del Cinema di Venezia, dello scorso settembre, ha portato i suoi frutti e abbiamo stretto contatti con molti artisti italiani; da registi affermati a registi emergenti, qualche premio Donatello per gli effetti speciali e grossi distributori… ma alla fine, per puri motivi organizzativi, abbiamo deciso di rinviare per l’edizione 5 della walk, del prossimo anno.

 

Michela:

Quest’anno la ZOMBIE WALK non sarà solo un evento goliardico ma vorrà essere un esempio a tutte le generazioni, dando un messaggio molto forte.

 

Daniele:

Esattamente, un messaggio per noi importante, che riprende quello del maestro del cinema G.A. Romero, in cui considera lo zombie come metafora della società moderna: il concetto di zombie come un essere privo di vita, che si nutre di carne dei viventi, paragonato al mondo attuale, in cui il “sistema” ci omologa in esseri simili agli zombie, privi cioè di  individualità e creatività. Ecco, la Zombie Walk Venezia invece valorizza queste qualità, considerandole un bene prezioso da trasmettere e condividere in un gruppo. Una sorta di orda zombie che trasmette il messaggio opposto. Soprattutto alle nuove generazioni, sempre più succube e schiave delle tecnologie. Nelle passate edizioni, abbiamo riscontrato un coinvolgimento attivo di bambini che, abbandonati tablet e cellulari per più di 3 ore, hanno preferito “fare gli zombie” e divertirsi insieme ad altri bambini conosciuti al momento. E questo, per noi, ha un valore enorme.

 

Michela:

La KRYOLAN è legata alla Zombie Walk come il pane al burro. È partnership della manifestazione e madrina del Concorso trucco in cui troveremo una folta schiera di truccatori, che si cimenteranno in una gara di effetti speciali, tra sangue finto, lattex e silicone bicomponente.

 

Daniele:

Con Kryolan abbiamo stretto un ottima collaborazione. Avremo in esclusiva il premio Kryolan, ovvero una targa premio ed un buono da 250€, spendibile nel sito www.kryolan.com. Senza dimenticare il povero truccato, che si presta alla “tortura” (ricordiamo: a volte anche ore di lavoro sul volto), che riceverà un buono Kryolan da € 50,00, sempre spendibile sul sito Kryolan. Per quanto riguarda invece la prima scuola di effetti speciali in veneto, stiamo definendo una collaborazione, che darà grandi soddisfazioni ad entrambi.

 

 

Michela:

Un evento simile offre la possibilità di conoscere e interagire con molte realtà, sia istituzionali che di partenariato.

E Internet è sicuramente il canale preferenziale per ampliare questa rete di collaborazioni.

Tutto ciò amplia la visuale su un futuro lavorativo su più fronti?

 

Daniele:

Certamente sì. Ampia visuale su un futuro lavorativo, dagli eventi collaterali, che scaturiscono proprio dagli stessi sponsor, alle richieste di collaborazione da parte di professionisti del settore make-up ed effetti speciali, per non parlare poi di una serie di Amministrazioni Comunali, che sempre più spesso chiedono servizi simili alla Walk veneziana. La Zombie Walk Venezia è sempre stata una fucina di idee, che trova la loro applicazione anche al di fuori della realtà lagunare. I progetti da sviluppare quest’anno riguarderanno la scuola di effetti speciali (la prima in Veneto) e la partecipazione come Zombie Walk Venezia in varie fiere cosplay d’Italia.

 

Michela:

E Daniele come vede il suo futuro?

 

Daniele:

Bella domanda! Credo proprio sereno… saranno comunque le innumerevoli sfide artistiche  a mettere un po’ di pepe al mio percorso di vita, anche perché rimarrò sempre legato, in una maniera o in un’altra, agli Zombie di Venezia, che già danno il loro bel da fare!!!

 

Michela:

Ed io te lo auguro di cuore!

 

Daniele:

Grazie Michela.

 

Michela:

Grazie a te, per avermi dedicato un po’ del tuo tempo e in bocca al lupo!

 

Daniele:

Figurati, grazie a te invece! Ci vediamo alla Walk Sabato 11 Febbraio.

 

Michela:

Non mancherò!

 

 

Michela Iucchi


 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: